BIOGRAFIA
01-Mar-2013

Vitaliano Angelini ha studiato in Urbino, all'Istituto Statale d'Arte. (Scuola del Libro) conseguendo nel 1959 il Diploma di “Maestro d'Arte” nella sezione di Ornatore del Libro ed è stato ammesso al Biennio di Magistero, dove si è diplomato in “Decorazione e Illustrazione del Libro” nel 1961, con una tesi illustrativa su: “I Malavoglia”, di Giovanni Verga. Ha insegnato Disegno e Storia dell' Arte nelle Scuole Superiori italiane, nelle quali ha ricoperto anche ruoli di dirigenza. I suoi interessi spaziano dalle arti figurative, alla critica letteraria, dalla letteratura, alla filosofia, privilegiando in particolare la poesia italiana e straniera. Vive in Urbino.

Dal 1998 è Presidente dell' Associazione degli Artisti urbinati: "Urbino-Arte-arte.cultura e conoscenza" nello stesso anno viene chiamato a fa parte dell'Istituto Marchigiano - Accademia Marchigiana di Scienze Lettere ed Arti-, E' vicePresidente dell' Istituto Internazionale di Studi Piceni con sede a Sassoferrato (AN), ha fondato il periodico di cultura artistica "URBINO-ARTE", di cui è Direttore responsabile ed ha collaborato con varie riviste culturali e quotidiani pubblicando firmando note critiche e saggi. Nel 2008 è stato nominato Accademico della insigne Accademia Raffaello di Urbino; è Presidente dell'AIU- Associazione degli Incisori Urbinati.

Le sue opere sono presenti in vari musei, in raccolte pubbliche e in collezioni private, tra cui: Museo di San Carles de la Rapita (Spagna), Università degli Studi "Carlo Bo" di Urbino, Regione Lombardia- Beni Culturali; ; Chiari (BS) Pinacoteca Repossi - Museo della Xilografia - Carpi (MO); Gabinetto delle Stampe antiche e moderne- Centro culturale "Le Cappuccine" Bagnacavallo (RA); Civica raccolta Città di Francavilla al mare (PE), Museo del territorio, Filottrano (AN), Museo d'Arte contemporanea, Sassoferrato (AN), Ospedale Civile di rete "S.Maria della Misericordia" di Urbino, Circolo Culturale Cittadino di Urbino; Comune di Urbino.

Ha esposto in prestigiose capitali estere: New York, Tokio, Parigi, La Valletta , Copenaghen, Bucarest, Helsinki, Cracovia, Berlino, Miltenberg, La Sein sur Mer -Draguignan-La Garde, ecc. nonché in importanti sedi pubbliche e private delle maggiori città italiane: Milano, Roma, Venezia, Verona, Brescia, Cagliari, Oristano, Catania, Vicenza, Padova, Ancona, Udine, Urbino, Pesaro ecc.

Ha ricevuto vari riconoscimenti e premi sia come artista sia come poeta; sono da ricordare, come artista, la medaglia d'oro al Pr. "Oppressione e rivolta" (Cagliari -1969), il primo premio per la pittura la Pr. Internazionale " Piandimeleto" (Piandimeleto (PS)-1970), la medaglia d'oro alla Rassegna d'arte M.T.I. '71 (Gardone Riviera (BS) 1971), il primo premio alla III Biennale di pittura Suzzara in settembre" (Suzzara (MN) 1973), il primo premio ex aequo per l'incisione alla XXIV Rassegna "G:B: Salvi" (Sassoferrato (AN) 1974), il trofeo Università di Urbino alla XLII rassegna "G:B: Salvi" Sassoferrato (AN) 1992); come poeta, il Pr. Int. di Poesia, Narrativa e Giornalismo:" Lions -Milano Sforzesco" ,(1983); il Pr. "Sesto Properzio" (1° premio, Spello (PG) 1992), Prix du Printemps des poetes - Parigi, Pr. " Omero" , Assessorato alla cultura Provincia di Torino - Torino; Premio Casentino (4° pr. ex aequo)- Poppi (AR) 1995); il Pr. intern. di poesia "San Valentino" (1° Premio assoluto) -Terni 1996); Premio Casentino (Segnalazione particolare e targa d'argento, Poppi (AR) 1996); Pr: " Giuseppe Piermarini" (III premio Foligno (PG)1996).

Dopo il 1996 non ha più partecipato a concorsi a premi.

Risale al 1963 la prima stampa d'alcune sue liriche e nel 1967 è ospitato dalla rivista rumena "Cronica"; nel 1969, in Urbino, pubblica su "Ad Libitum” rivista di lettere e arti, della quale è stato tra i redattori e i cui fascicoli si sono scalati tra il giugno '66 ed il luglio del 1969 . : " Lo sforzo lucido" . Nel 1974 esce la silloge :"... Sulla...pensieri a quattro mani sulla grandezza dell'uomo" , Sentinum editrice- Sassoferrato (AN); nel 1980: " Un uomo è un uomo" Ed. Del Paniere - Verona, e, nel 1981," Quel muro - per immagini e testo” , per la stessa casa editrice ha diretto la collana delle Edizioni d'Arte. Successivamente, nel 1995 pubblica, dopo un lungo periodo in cui si è dedicato, prevalentemente, alla produzione artistica, pittorica e incisoria,:" L'enigma di Edipo -poesie" , Edizioni M.E.M. -Poppi (AR). Ha firmato diverse note critiche e brevi saggi sull'arte oltre ad alcuni studi sulla poesia marchigiana ed ha partecipato a diversi convegnitra cui, nel 1977, a Brescia, il Convegno Nazionale sull'insegnamento della Storia, dove relaziona su: ” Problemi e prospettive nell'insegnamento della Storia dell'Arte”; nel 1979 in Urbino il Convegno nazionale sulla poesia marchigiana nel quale parla della: “ La poesia nelle Marche , regione culturalmente atipica” Tra i titoli delle sue pubblicazioni figurano: "Genga paese delle Meraviglie" un saggio analitico sul patrimonio artistico nel territorio di Genga, a cura del Consorzio di Frasassi- 1991, " Sassoferrato - i giorni della liberazione", un' opera di ricostruzione storica- 1995, collana ." Quaderni" di MC- Marche Contemporanee, Sassoferrato;, per l'edizione di: " Artisti italiani del secondo Novecento", Edizioni M.E.M.- Poppi (AR), 1997, cura una serie di schede sui grandi autori italiani del XX secolo. È intervenuto con saggi sui temi dell'estetica in cataloghi di Rassegne internazionali d'arte: ” Viatico: appunti per una riflessione sul linguaggio metaforico dell'arte, con particolare riferimento all'arte cristiana”, Biblia Pauperum- rassegna d'arte sulla Bibbia- 1996, “L'eterno come bellezza” , Biblia Pauperum- rassegna d'arte sulla Bibbia-1999, “Breve storia dell'incisione”- Il segno nel tempo, xilografia e Calcografia nelle Marche dal XV al XX secolo- Grafiche Fioroni, 2002, “Considerazioni per un nuovo modo di ricondurrsi all'arte” una riflessione sull'arte contemporanea dei giovani , catalogo della LV rassegna internazionale d'arte”G.B. Salvi” Sassoferrato, 2005-, “ Appunti per una storia dell'incisione calcografica italiana con riferimenti europei”- Scritti e opere in onore di padre Stefano Troiani- nell'ottantesimo genetliaco- Ed. Quattroventi- Urbino, 2007. “Adriatico. Un ponte immaginario fra culture, catalogo della LIX rassegna internazionale d'arte”G.B. Salvi” Sassoferrato,2009.

Nel 1986 , nel 1988/ nel 1989/ nel 1990 e nel 1993 ha firmato , in qualità di critico, il catalogo della Rassegna “G.B. Salvi” piccola Europa di Sassoferrato

Dal 1989 ad oggi ha curato continuativamente, su incarico dell'Istituto Internazionale di Studi Piceni, la Rassegna delle Edizioni d'arte numerate “Bartolo da Sassoferrato”, , che ha contribuito a costituire, evento concomitante al Congresso Internazionale di Studi Umanistici.

Vitaliano Angelini nell'ingresso della galleria d'arte “O 65” a Pesaro, 2010

 

VITALIANO ANGELINI Via dei Faeti, 57 Trasanni URBINO vitalianoangelini@hotmailcom